Pantera rosa

Si muovono i primi passi… popon popon…

Cosa può partorire la mente, già malata e compromessa, di un manipolo di disparati disperati durante una pizza? Organizzare un bel cineforum con dibattito a seguire! Sì, il dibattito sì!

Sarà stata la vicinanza del locale con un ingrosso di lapidi funerarie? Sarà stato l’essere stipati in meno di 2 metri quadrati (a proposito è in corso l’omologazione al Guinness dei Primati)? Sarà stato il cameriere detto “Pico della Mirandola” che si ricordava tutte le ordinazioni e chi le aveva fatte? Sarà stato il racconto dei due Salvatori sull’isola di Ponza? Sarà stata la birra? Sarà stata l’orecchietta golosona (voto 6)? Sarà stato che noi, che stavamo incastrati contro il muro, avevamo la vescica ormai gonfia come una mongolfiera? Sarà stato un mix di tutto ciò?

Ora quello che ci interessa è il Cineforum! Non un evento sparuto, micragnoso ed isolato, ma un ciclo oculato, una sopraffine rassegna di film sapientemente scelti, selezionati e maniacalmente presentati. Deve essere un evento storico, memorabile, che stenda tutti!

Allora serve una lista… un bel listone! Chiamiamo a raccolta i migliori film “sbriciolapalle” di tutti i tempi! Venghino siori, venghino!

Annunci

16 Risposte to “Pantera rosa”

  1. Massimo Says:

    Mitico! Io nel tempo ho accuratamente evitato film presunti SP (SbriciolaPalle) ma la mia passione per la fantascienza ha fatto si che visionassi la versione completa di Solaris (approposito Daniele: voglio il DVD!!!).
    Mi sento fortunato perchè a sentire voi mi sono volutamente perso dei “capolavori”……
    Alla prossima.

  2. Salvatore Says:

    Beh, a dire il vero le imprese sull’ “arcipelago” pontino sono solo del Salvatore “parrocchiale”. L’ altro più che imprese gastroculinarie non è che può vantare molto altro…. Sui film spaccapalle potrei dare una Tesi di Laurea e poi gestire, molto facilmente, una Cattedra Universitaria. Comincerei con “La Leggenda della Fortezza di Suram” o “L’ ombra del gigante” (un capolavoro italiano del “genere”). Ma ho molte altre “frecce” al mio arco.
    Proporrei, però, anche un secondo filone di discussione : Le canzoni più “trash” della storia della musica italiana. Aldo Donati con la mitica ” Tut tut tut ” oppure Nadia Cassini con ” A chi la do stasera ” potrebbero essere un ottimo, inimitabile, inizio ….
    Che il dibattito ( no !!! ) cominci …
    Salvatore

  3. Roberto Says:

    Aderisco al progetto. Quando sarà ultimato secondo me nemmeno “Salvatore l’indomabile” ne uscirà vivo…..

  4. pagano Says:

    Per il secondo filone (quello delle canzoni trash per intenderci) ci sono dei veri professionisti che svolgono questa ricerca per noi. Questo è il sito di riferimento
    http://www.orrorea33giri.com/
    Ma attenzione è il classico link che ti incatena! Difficile uscirne.
    Da non perdere le compilation. Solo a leggere le tracce, c’è da piangere dalle risate.
    Segnalo solo le ultime due:
    http://www.orrorea33giri.com/2008/02/aavv-italiani-brava-gente-vol-15-2007.html
    http://www.orrorea33giri.com/2008/01/aavv-italiani-brava-gente-vol-14-2008.html

    Nella serata rosa si era citata anche Jo Chiarello ed il suo “brutto affare”. E mentre Salvatore stilava la classifica completa di Sanremo 1981, Stefania snocciolava tutto il testo… canticchiandolo!
    Questo è per voi tutti chiarelliani:
    http://www.orrorea33giri.com/2007/02/jo-chiarello-che-brutto-affare-1981-45.html

    C’è tutto un mondo intorno…

  5. Massimo Says:

    Io sono un fortunato possessore della video cassetta: “Tex e il signore degli abissi” spero lo abbiate visto anche voi ah-ah-ah!
    nulla a che vedere con i capolavori che avete citato ma che potrebbe aprire delle sottosezioni alla categoria Film tipo trasposizioni di fumetti, Horror defidemenziali (ad es. third mother di Dary Silver) ecc. ecc.
    http://i108.photobucket.com/albums/n26/Massimo_04/tex.jpg

  6. Salvatore Says:

    Tex e il signore degli abissi (del mitico Duccio Tessari) l’ ho visto anni fa. Uno dei spaghetti-western più sfrangicapalle della storia cinefila. E che ne dite di una sezione telefilms ? Pure lì ce ne sarebbero di cose da dire …

  7. Laura Says:

    Sto riflettendo se essere dei vostri per la visione di questa interessante rassegna cinematografica, genere: “SbriciolaPalle”, che vorrei comunque a mio avviso, segnalarvi senza ombra di dubbio il n. 1 del genere. Vincitore ex aequo del Leone d’oro alla mostra di Venezia 1994 con il film macedone Prima della pioggia, da non perdere assolutamente il film taiwanese Vive l’amour.
    Sono passati ormai 14 anni dalla visione ma il suo ricordo è ancora indelebile nei miei pensieri. Ne approfitto anzi per chiedere alle rare persone che lo hanno visto (quando ci siamo andati noi almeno altre 20 persone c’erano) di lasciare qualche commento.
    Per darvi una piccola idea del film vi riporto la recensione del Morandini 2008: “Elogiato dagli uni perché coglie emozioni impercettibili e indicibili e mette in immagini con cristallina disperazione la storia di solitudini parallele nel grigio squallore metropolitano, è detestato da chi lo trova sdogato, cerebrale, “tediocre” (mediocre e tedioso) nel suo insistere sulle inquadrature ferme e sui tempi morti”.
    I tempi morti! Non potete capire quanti sono i tempi morti in questo film!
    Non so se ho reso l’idea, in realtà non vorrei nemmeno rovinarvi troppo la sorpresa, ma se avete davvero intenzione di organizzare un Cineforum sul genere “S.P.”, sono pronta a scommettere che dopo la visione di Vive l’amour, molti abbandoneranno subito la rassegna. Buona visione!

  8. Salvatore Says:

    Vive L’ Amour l’ ho visto (…e come ti sbagli…) al Fiamma con un mio caro amico, solito compagno di “sventure” , e con una ragazza mai più rivista (…e come ti sbagli…). In effetti proprio non può manacare al nostro nascituro cineforum …

  9. Salvatore Says:

    OOOooops !!! Volevo dire ” mancare “.
    Comincerei tuttavia il “nostro cineforum” con quest’opera imperdibile:
    KUKUSHKA di A. Rogozhkin (2002) , v.o. russo / lappone / finlandese.
    Vorrei farvi notare che la versione originale è in russo/lappone/finlandese (ma possiamo anche metterci i sottotitoli. Magari in ceko …).
    Seguirà : KHADAK. VORREI ESSERE BATZUL KHAYANKHYARVAA (Mongolia).
    Poi il Dibattito …

  10. Salvatore Says:

    NOSTOS – IL RITORNO
    Nostos – Il Ritorno
    Regia : Franco Piavoli
    Data di uscita : 1989 (Italia)
    Genere : Allegorico
    Note : Interamente recitato in Greco Antico …

  11. Salvatore Says:

    Commento preso da Internet :
    “Se disponete di due ore (intervallo escluso), impiegatele come volete, ma non vedendo questo film. Dialoghi allucinanti, la velocità di uno schiacciasassi, una trama pari a zero. Film senza senso, con una protagonista che forse vorrebbe somigliare alla reincarnazione di Giovanna d’Arco, ma sembra meno espressiva di uno spaventapasseri. Quel che dice, vorrebbe essere un lungo insieme di frasi memorabili, peccato che siano senza alcuna logica e sconnesse tra loro. Terrificante.”.
    Stiamo parlando del film : Il principio dell’ incertezza (2002, Portogallo)
    di uno dei registi più frangicapalle che conosca : il “maestro” portoghese Manoel De Oliveira.
    Una vera garanzia

  12. Laura Says:

    Sembra che Salvatore di “mattoni” ne abbia visti davvero tanti! Ma sono certa che c’è un film che nemmeno lui ha mai visto!
    Anno 1981 (stesso anno di Jo Chiarello a Sanremo, se non sbaglio!) Regista: Salvatore Piscicelli, primo film con Marina Suma: “Le occasioni di Rosa”! A dire il vero, non è un vero e proprio “mattone” ma sta sulla buona strada e sicuramente non stonerebbe nella vostra rassegna! Il problema è che il film è praticamente introvabile per poterlo vedere sono dovuta andare direttamente alla cineteca nazionale.
    Pizza pagata per Salvatore se per caso lo ha visto o se riesce in qualche modo a trovarlo! PROMESSO!!!

  13. Roberto Says:

    Ahi ahi ahi, qui le cose cominciano a mettersi male…. Eh si, devo rispondere a Laura (che non è quella dell’Inter, giusto? che poi ha pure perso, ahahaha….). Non saprei dire per Vive l’amour, per il quale mi fido del vostro giudizio (tu e Salvatore mi sa che siete gli unici che l’hanno visto), ma per Prima della pioggia, io ero tra gli altri 20 presenti in sala, e devo dire che il film mi era pure piaciuto (per tutti: sono vietati commenti e battute di qualsiasi tipo, chiaro??????!!!!!!!). Certo un po’ “pesantuccio” ma fatto bene e col finale inaspettato e bellissimo (eh si mi lancio, và!).
    Allora data la discussione innescata propongo di mettere subito in lista questo film, a cui, prevedo, seguirà LUNGO e APPASSIONATO….DIBATTITO!!!!!
    Oltre al suddetto, vi ricordo di mettere in lista i già citati (alla galeotta pizza): Il cerchio (Iran) e Il Ritorno (se non ricordo male è il titolo del film russo di cui vi parlavo….. bellissima fotografia…!).
    A presto

  14. Roberto Says:

    PS: avevamo capito che Salvatore era (…lo è ancora????…) masochista, ma pure tu che i film te li vai a prendere apposta alla CINETECA NAZIONALE……….!?!??!! (Manco sapevo che esisteva…ma adesso sarà tutta un’altra vita…)

  15. Roberto Says:

    PPS: ma “apposta” si scriverà APPOSTA o A POSTA?????? Vabbè se ho sbagliato posso sempre dire che è un refuso dovuto alla febbbbbre….
    Cicoria!

  16. Salvatore Says:

    Cara Laura, prepara pure il portafoglio (per me funghi rossa e mozzarella):
    Le occasioni di Rosa l’ ho visto (e pure rivisto su Rete4). Ricordo che il motivo principale di tanto “ardore” fosse la splendida protagonista femminile : Marina Suma (se non ricordo male).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: