Ambasciator non porta pena

La seconda attesissima partita a Kingsburg è a villa F & F. E’ forse una delle ultime tappe in quel di Morena. Francesco ci sussurra un molto probabile avvicinamento al Quadraro. In ogni caso, a meno di parentesi festaiole, è l’ultima del 2008 in via Niobe e il padrone di casa ci tiene a chiudere in bellezza l’anno.

Ma tutti hanno ripassato e fatto i compiti a casa. Il programmino java è stato messo a dura prova: ognuno ha testato una propria strategia. Ho stuzzicato Luigi nel pomeriggio chiedendogli su cosa avrebbe puntato. Mi ha risposto: “fattorie come se piovesse”. Conoscendo il subdolo, la II riga verrà ignorata completamente.

Infatti se io punto sull’Ambasciata Corazzata (IV e V riga), Luigi e Francesco fanno lo stesso ma con l’aggiunta del Mercato. Mauro cerca di sviluppare una santa Protezione (I e III riga). Se questa è la strategia di fondo, applicarla è tutt’altra cosa. Io inizio ad inanellare tiri al limite del ridicolo: 2 volte 4 con 3 dadi non è roba da niente! Ci aggiungo anche un 5 e un 6 (sempre con 3 dadi) che mi fanno piazzare oltre i 3 sigma della distribuzione statistica. Per bilanciare Luigi anella 4 lanci da regina. E’ lui che riequilibria tutto e sta dall’altra parte della campana di Gauss.

Nella pausa alcolica Francesco tira fuori un liquore alla cioccolata niente male. In realtà viene servito da una bottiglietta di plastica riciclata che ci fa sorgere il sospetto di un tentativo di avvelenamento collettivo. A parte demoni, orchi e barbari dobbiamo stare attenti pure ai Laddaga-Borgia!

L’ultimo anno è drammatico. Io blocco Mauro impedendogli la costruzione della Cattedrale: 9 punti bruciati che bruciano. Mauro infatti inizia una sommessa litania di imprecazioni… la sua Santa Protezione va a farsi benedire in ogni senso. Così lo tengo dietro e invoco ogni tipo di disgrazia sugli altri compari. Nonostante il dragone finale, gli ambasciatori sono troppo lanciati.

Luigi stravince (56 p.ti) e Francesco arriva “solo” a 52 e nonostante gli over 50 è indietro di 4 punti! Chiudiamo io a 47 e Mauro a 45. Rileggendo l’articolo di Brad Cooper, sottolineo solo un paio di punti:

  • il punteggio vincente è tra 35 e 50. Ma ben 2 giocatori sono al di sopra e non si può dire che non ci siamo ostacolati se potemo farlo!
  • “obiettivo in ogni partita è di arrivare a 45 punti”. Caro Brad come vedi TUTTI noi abbiamo raggiunto l’obiettivo 45, abbiamo bene applicato tutti i consigli e raddrizzato quello che si poteva raddrizzare. Lezione imparata molto bene. Grazie maestro!

Certo la mano fatata e una altra parte del corpo sproporzionata del Luigi hanno aggiunto quel non so che.  Ma in fondo… non rimane che osannare Luigi come novello King of Kingsburg! Lunga vita al re!

luigi (56) 1-2-2-3-4

francesco (52) 1-2-2-2-4

daniele (47) 2-1-1-4-3

mauro (45) 3-0-4-2-3

Annunci

3 Risposte to “Ambasciator non porta pena”

  1. Francesco Laddaga Says:

    Osannare (quel culone di) Luigi?!
    piuttosto lecco il marciapiede della Tuscolana il sabato pomeriggio…
    carina la campana di Gauss: ma il c..o di Gigi dove si colloca?!?! 🙂
    …e cmq il liquore di Laddaga-Borgia non ti è dispiaciuto tanto, hai fatto pure il bis!!!

  2. Luigi Tucci Says:

    Grande stratega sto Luigi!!!!
    Da Laddaga in campagna se non porti non se magna!!!

  3. Francesco Laddaga Says:

    “se non porti non se magna”?!?!?!?!?!
    ma se non hai mai portato nemmeno un pacchetto di caramelle!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: