God save the King

re1

La penultima sera dell’anno è un’occasione unica per sigillare un 2008 bello denso di GdT (giochi da tavolo).

Il ricco appuntamento inizia con Kingdoms di Reiner Knizia, un classico sempre amato. Lo giochiamo nella variante all’ultimo castello. Nel primo turno io e Luigi ne usciamo un po’ penalizzati con soli 18 punti a testa. Fra e Mauro dilagano con 43 e 45. Nel secondo turno recupero un po’ (42) e  anche Luigi (35). E’ Mauro ad avere la peggio (28); di solito chi è in testa al primo turno viene ben bastonato alla mano dopo (cvd). Francesco capitalizza così molto bene (45). Entriamo quindi nel terzo e quasi sicuro ultimo atto, dato che Fra ha solo 2 castelli: F(88), M(73), D(60), L(53). Piazzo un castello favoloso che mi frutta uno sproposito, ma faccio l’errore di non chiudere a mio favore una colonna convinto che Francesco blocchi prima Mauro.  Mi becco il suo -6 sul mio castello da 4: -24 punti!! L’infido ringrazia e chiude con 58 punti. Seguo io a 36, Fra 32 e Luigi a 19. Tirando le somme: M(131), F(120), D(96), L(72). Mentre io continuo a chiedermi “Perchè non ho chiuso la colonna?!”, Mauro si incorona nuovo King of Kingdoms.

Pausa mangereccia: carbonara, mozzarella di bufala, patatine ed affettati. Grazie Laura. 

Dopo il ruttino passiamo ad Alta Tensione. Questa volta nessuno si farà sorprendere… Abbiamo a disposizione, ancora inviolate, la mappa degli States e, fresche regalo natalizio al sor Luigi,  la Francia ed il suolo italico. Un sorteggio dadesco ci porta negli USA. Vengono escluse le zone a sud-est e sud-ovest: niente Florida e California. Io e Fra ci piazziamo sulla costa orientale, Mauro a Nord e Luigi a sud.

Mauro parte alla grande, riesce a strappare centrali a costi accettabili, costruisce libero, incamera denaro  e, memore dell’impresa nel salotto di Luigi, continua a fornire gas naturale. Riusciamo a stento a stargli dietro. Io mi converto alle energie pulite, Francesco investe sul carbone, Luigi si butta sul nucleare e sui torroncini. Si vuole vendicare del saccheggio a casa sua, ha digiunato per rimpinzarsi, ma ne trova pochi di suo gradimento.

Lattanzi domina. Questa sera purtroppo non c’è n’è per nessun altro. Si potrebbe dire che il gioco viene falsato da un mio pasticcio con l’immondizia (tipicamente italiano!), dalla scomparsa della centrale da 50 con il +6 free, scartata erroneamente in una transizione di fase, dallo stordimento creato dai gas venifici, ma la verità è più semplice: è la serata del Lattanzi, unico re. Dopo il titolo dei regni si becca pure quello delle reti. God save the King!

Annunci

Una Risposta to “God save the King”

  1. Mauro Says:

    Comunicato della Società produttrice Gas Naturali – SGN spa.
    In seguito alle lamentele circa presunte “perdite” verificatesi nel corso degli incontri GdT, si fa presente quanto segue:
    la SGN spa è titolare di regolare certificazione da parte delle competenti autorità sanitarie che “autorizza” la stessa alla fornitura random di gas naturale in considerazione delle enormi scorte e della tecnologia di cui dispone che rende inodori le emissioni improvvise.
    Di contro la SGN spa muove le proprie rimostranze nei confronti di “alcune” Società produttrici di “automobili a metano” che utilizzerebbero gas di pessima qualità le cui tracce permangono per ore all’interno degli abitacoli delle vetture stesse.
    Ringraziandovi per l’attenzione,
    distinti saluti 🙂 🙂 🙂
    Il Direttore Generale
    King of all

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: