Archive for gennaio 2009

snake eyes

gennaio 27, 2009

Snake_Eyes_Dice_1_300

Convocati al motto “Coca-cola come se piovesse” ci raduniamo in quel di Tucci-Bernardoni. E’ un po’ vago il campo di gioco: qualche proposta nel pomeriggio, ma nessun accordo raggiunto. Con Mauro in lacrime è scartata ancora Attika, si converge su Puerto Rico. Qui torna il sorriso a Mauro. E’ lui infatti lui il Governatore indiscusso… ci sarà da penare, ma PR è sempre un gran giocone!

Dal lancio dei dadi per stabilire la sequenza intorno al tavolo si capisce come andrà la serata… vince Mauro (con un bel 12!! sic!), a seguire io, francesco e luigi. Non domi si richiede un secondo lancio dei dadi per stabilire chi inizia… da un primo lancio vanno in ballottaggio Mauro (e te pareva!) e Francesco. Al secondo scrutinio… Mauro spara un 9 e candidamente dice a Francesco “Tanto farai 11…” Beh, in certo senso, Francesco riesce nell’impresa con un bel 1+1… Snake Eyes! Gli occhi di serpente… la sfiga massima! Qui ci saremmo dovuti alzare, proclamare Mauro “Re Immortale ed Eterno” e uscire tutti. Fine della serata. Ma noi siamo rimasti lì, inchiodati al tavolo, a sfidare il Governatore e la sorte avversa.

In partenza Small Market per me e Mauro, Fra va per canne (da zucchero), Luigi si butta sulla pesca fortunata con l’Hacienda. Per i prodotti un po’ di granturco per tutti, Mauro e Francesco si dividono il tabacco. Io e Luigi il caffè. Io evito lo zucchero e, visto che pare un po’ snobbato dagli altri, punto sull’indigo.

In uno dei primi imbarchi Francesco commette un errore madornale. Lascia a Mauro una nave tutta per lui e per il suo maledetto tabacco. Fra ancora non lo produce. C’è una parziale giustificazione a questa mostruosa disattenzione. Francesco è distratto da un’asta su ebay: una Canon EOS 450D nuova fiammante a 320 €. Fino alla 22.00 si alza ogni 5 minuti a controllare. Alla fine vince pure l’asta! (Il giorno dopo scoprirà che l’account del banditore risulta rubato. L’asta è annullata).

Mauro e Luigi si cuccano il molo e la nave fantasma. E Francesco e Mauro hanno il Porto (+1 per ogni carico). L’unico che non produce punti sono io. In compenso inizio ad avere molto denaro… ma ormai non conta più quasi nulla. E’ una delle regole base di PR: sono importanti all’inizio i soldi, dopo i punti.

Sul filo di lana… si fa un grave errore. Si chiude senza completare il giro. Non ci ricordiamo bene e Mauro in buona fede ci convince della chiusura del gioco non appena si verificano le condizioni di fine gioco. Mauro inizia un nuovo giro e sceglie il capitano esaurendo i punti a disposizione. Fine. Peccato perché la partita tirata fino al finale avrebbe forse avuto un altro risultato: io e Fra si poteva ancora costruire e sicuramente attivare qualche edificio con bonus. Vabbè morale della favola… Mauro è di nuovo il campione.  Per rovesciare dal trono questo Governatore ci vuole una bella rivoluzione!

Mauro 37+15 =52 (punti+edifici. Niente bonus)

Daniele 27+18=45

Francesco 21+20=41

Luigi 23+12=35

L’inverno del 1709

gennaio 15, 2009

inverno

Si decide di rallentare il ritmo. Proveremo sempre un gioco nuovo per un paio volte, ma d’ora in poi intervalleremo con un paio di sessioni di vecchie glorie, riscoperte e nuove chance. Per il primo appuntamento del 2009 a Casa F&F si decide di rispolverare Kingsburg.

Mauro punta ancora alla superprotezione. Io punto sulle fattorie… beh provo la strada delle fattorie… con un dado in più punto a cuccarmi la regina più volte possibile. Ma tra il dire e il fare… Francesco e Luigi si tuffano in una corsa all’Ambasciata. Tranne Francesco, si costruisce tutti il mercato (+1 o -1 una volta per stagione).

Ci si accorge che i punti che si riesce a fare sono pochi: questa volta ci si ostacola con sadismo. Nonostante tutto, Francesco costruisce molto presto l’ambasciata e inizia a raccogliere punti. Io sono molto in ritardo e quando arriva la mia opportunità di costruire la fattoria (+ dado, -1 battaglia), siamo alle soglie dell’inverno. In una botta di conservatorismo, decido che è meglio costruire una fortificazione. Mai intuizione fu più illuminante: la mano rachitica di Luigi tira fuori un aiuto da 1. Io e Luigi riusciamo a pattare contro i Goblin da 5, ma Francesco subisce la distruzione dell’ambasciata: la sua corsa subisce una brusca frenata. Mauro ghigna sadico.

Nella pausa alcolica Francesco ci offre un torrone e qualche pezzo del suo dito. Non è proprio la sua serata.

Alla ripresa Mauro si consolida; Francesco recupera e ricostruisce l’Ambasciata e così fa anche Luigi. Io arranco sul fondo. Mauro e Luigi riescono a guadagnare la regina un paio di volte a testa. Francesco perde the queen perchè è ultimo nella sequenza di gioco stagionale! Roba da esorcismo! Io forse con un potente cannocchiale potrei contemplarla: e mi chiedo se me la sono mai beccata in tutte le sessioni di gioco finora fatte. E pensare che nei miei sogni proibiti era mia intenzione cuccarla il maggior numero di volte.

Si arriva all’ultimo anno… e arriva anche l’inverno dello sfracello. L’inverno del 1709, da molti riconosciuto come il più rigido degli ultimi 500 anni, è una stagione quasi estiva al confronto! Mauro bello corazzato lancia un numero basso e ci catapulta nudi in mezzo alla neve! Ci attendono dei demoni da 9. Io perdo la Gilda dei Maghi (-6), Fra e Luigi vedono sbriciolarsi l’Ambasciata (-4). E Francesco per la seconda volta!! Esorcista cercasi.

Ovviamente vince Mauro e senza nessun aiuto chimico!

Mauro (44) 1-2-4-3-2

Francesco (35) 2-1-2-2-3

Luigi (34) 1-2-2-1-3

Daniele (31) 2-2-3-1-3