Aum

aum

Come sempre da Luigi non si capisce mai a che ora è, a che se gioca, chi siamo, che mangeremo, dove andremo… Causa scatoloni oramai fatti da parte di Francesco e l’odio per le centrali di Alta Tensione, oggi (lunedì santo) porto in un bustone stile Babbo Natale fuori stagione: puerto rico, colossal arena, kingdoms e kingsburg. Lo scrutinio della scelta vede 3 burg e 1 doms. Indovinate chi è il doms maniac?

Il quadretto iniziale è questo: io vengo da un pomeriggio da contorzionista con il carrozziere per aggiustare il sedile della Polo; Mauro per il terremoto ha dormito con la tuta sulla poltrona; Luigi è traumaticamente orfano del plasma da una settimana; Francesco viene da una giornata di revisioni umorali di un prof. Non si può dire che non accampiamo scuse.

Rosita sceglie i 5 nemici invernali: vedremo poi se la sua manina è più maledetta di quella di Fede. Nei primi due anni i dadi girano bene: ho un po’ di risorse, becco una bella regina e arrivo quasi a costruire l’Ambasciata. Non me la rischio, mi fortifico un po’ e sposto la costruzione dell’ultimo edificio all’inizio della III stagione. Mauro, il difensore, si concentra sulla III riga, Francesco e Luigi mettono su il mercato e poi cercano pure loro la conquista dell’Ambasciata.

Prima di salutarci per la notte, Rosita battezza Luigi in posa meditiva con un tagliente “Eh (sospiro)… se ti concentrassi sempre così!” Parte un minuto di nostre sghignazzate: per Luigi è solo il prologo della sua serata.

Dopo un paio di buone stagioni, i dadi iniziano a girare su numeri bassi. E iniziano le gomitate tra di noi. Riesco a prendere un paio di volte la spia: mi brucio quel puntarello, ma riesco a prendere un po’ di risorse. Spero solo di non pentirmene. Nell’autunno della III stagione: Luigi fa una bella “Laddagata”. (Francè ci spiace ma ormai a te è dedicato il  breve ma fatidico ottenebramento celebrale) Invece di puntare ad un sacrosanto re con 3 risorse ed 1 soldatino, sceglie il mago da 4 ori. Tocca a me il dado dei rinforzi e sfodero un fantastico 1 che comporta la distruzione dell’Ambasciata dell’ingordo Luigi (-4 punti) e l’evaporazione di un paio di sue risorse.

Nelle successive stagioni, Mauro punta a completare la prima riga: è sempre stato un santo crociato. Io cerco di puntare alla fortezza, ma poi non riesco ad avere materiali a sufficienza per costruirla. E non ci scappa neanche la cappella (nel senso di edificio). Luigi riesce a mettere su la chiesa e Francesco, anche a lui a corto di materiali, si difende come può.

Arriviamo all’inverno della V stagione e ci attendono dei demoni da 8. Da un rapido conteggio prelancio dado rinforzi, ci accorgiamo che io e Luigi abbiamo il 50% di possibilità a testa di vincere: 1, 2 e 3 sconfitta luigi, 4-5-6 sconfitta mia. Mauro lancia e… UNO!!! Distruzione della Chiesa (-7) e un paio di punti in meno, Luigi scivola addirittura in terza posizione… oggi l’uno è il numero di Luigi! Nel frattempo devo ringraziare le mie Mura che mi permettono di vincere i pareggi, altrimenti Mauro l’avvoltoio avrebbe strappato una vittoria di rapina sul filo di lana. Certo che giocarsi tutto un lancio di dado… non è bello… ma se si vince… uuuu quanto si gode!

La leggenda narra che Luigi abbia vegliato fino all’alba ripetendo come un Aum “uno uno uno uno…”

D (44) 1-1-2-3-4

M (42) 3-1-4-1-0

L (33) 2-2-1-2-3

F (30) 1-2-2-1-3

Annunci

Una Risposta to “Aum”

  1. Luigi Says:

    Aum!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: