Archive for settembre 2009

Jubilate Deo

settembre 15, 2009

Jubilate_Deo

Il secondo appuntamento stagionale è a Casa di Luigi. Ci attende di nuovo il claustrofobico Mondo piccolino. Sono previamente girati tra noi un paio di file inglesi con indicazioni su strategie, razze, abilità e una serie di mappe “pagane” con distribuzioni, proprietà e capacità di difesa dei territori nella mappa a 4 giocatori. Si direbbe un minimo di preparazione.

Grazie ad Android si rullano i dadi sul cellulare di Luigi e toh! vince Luigi. Il padrone di casa si accaparra dei Trolls Berseker e si piazza sulle montagne di sudovest: quella è la sua regione e basta! A seguire Francesco si prende gli Halfling DomaDragoni ed entra in gioco da nordest. Io inizio da sudest con delle Amazzoni Bivaccatrici e Mauro cerca di piazzarsi negli acquitrini a ovest-nordovest per sfruttare al massimo gli immortali elfi paludosi. Dopo 2 giri, primi declini ed entrano in gioco i Ghouls Montati di Luigi che fanno strage di Elfi; compaiono in cascata dei francescani Giganti Saccheggiatori che mi scalzano dalle montagne del Sud; prendo allora degli Stregoni boscaioli che si vendicano sradicando gli Halflings nelle foreste a NE e Mauro per non essere da meno si sceglie un bel Commando di Scheletri che cerca di rimuovere dalla mappa i Tucci’s Ghouls. Si delinea quindi una battaglia Francesco-Daniele e Mauro-Luigi. Si va sul personale. Il problema è che i Giganti fruttano a Francesco 3 giri a 15 punti! Oramai è lanciato! E’ affamato di vittorie… e non solo! Luigi si ritrova come la volta scorsa con una prima razza di una potenza devastante ed una seconda senza potenza espansiva. Per rialzare le sue sorti innesca una terza decadenza ma è costretto a fare un giro a zero punti: si prende i Tritoni Sotterranei e va subito va a caccia degli scheletri di Mauro a NO. Fra prende dei Maghi Fortificati e ovviamente spazza via i miei Stregoni per prendersi un paio di regioni magiche a NE; io prendo degli Umani spiritati con 3 PV in dote e andiamo a buttare giù come novelli Davidi i Golia rimasti a Sud. Mauro prende gli Orchi volanti e via a rompere un po’ a destra e a manca prediligendo il suo amatissimo Luigi.

Ultime mazze finali e alla resa dei conti… (rullo di tamburi)… Francesco vince!

Incantesimo rotto, maledizione spezzata, miracolo compiuto! Dopo un lungo periodo di astinenza di almeno un anno torna alla vittoria. La cronaca narra di caroselli improvvisati di macchine in festa su viale don bosco, uccisioni di vitelli grassi, fontane che danno vino e grandi feste nelle piazze del Quadraro per il nuovo Imperatore del Piccolo Mondo!

Partita: F 93, D 88, M 82, L 77. Classifica: D 12, F 9, M 6, L 1

Annunci

Big Big World

settembre 4, 2009

terra_04

Rieccoci. Pronti per la stagione 09/10. Stagione nuova, gioco nuovo: inauguriamo Small World. Siamo da Francesco che per spezzare la sorte avversa fa iniziare la serata con un nuovo benaugurante brindisi al crodino. Quest’anno abbiamo deciso anche di introdurre i punti torneo (PT) per la classifica finale. Ad ogni partita: 8, 4, 2 e 0 punti secondo l’ordine di arrivo.

Ripassatina alle regole e via!! Il cartellino arbitrale segna le 21.05 come ora di inizio delle ostilità. Le orecchie più a punta sono quelle di Luigi, ma ricorriamo al sorteggio dadaiolo per stabilire il primo. Vince Francesco e già questa sarebbe una notizia! Inaugura lui l’invasione del nuovo mondo con dei “Tritoni montati” che si espandono a dismisura nello zona nord ovest. Mauro prende degli Halfling spiritati e sale da sud ovest. Io prendo gli Elfi Alchimisti (che portano già in dote 2 puntarelli oltre al+2 alchemico) e mi piazzo a sud est. L’est rimane in preda ai numerosi ratti eroici di Luigi. Certo che “eroico” e “Luigi” nella stessa frase potrebbe sembrare assurdo e invece il sor Tucci deve aver fatto un corso estivo anti pavidume perchè si butta nella mischia senza tema. Francesco va subito in declino e si accaparra degli scheletri collinari  che rompono le scatole nel mio settore, dove ci sono 2 collinette contigue. Luigi si protegge palizzando verso sud i suoi eroi e quindi tra scheletri ed elfi giù botte. Mentre il padrone di casa scorazza con i suoi scheletri, nella cornice digitale alle sue spalle appare una tomba scavata con tanto di ossa. E’ proprio una serata a tema! Mauro è il secondo a declinare. E va a pescare i giganti salutisti: una bella botta di vita da +7. Noi tutti si corre a corazzare le montagne, per evitare che si schiaffino i polifemi a schiaffeggiare a destra e a manca. Luigi declina e va a prendersi le amazzoni toste (stout). Io continuo con gli elfi. All’inizio mi trovo sempre con circa 5 territori, densi di elfi che non muoiono mai. Guadagnando un paio di regioni, mi porto in cassa sempre circa un 7+2 . Ma devo trovare il tempo e il modo di andare in declino con almeno 7 puntarelli. In ogni caso ora mi allettano gli Stregoni Volanti e sarebbe ora… ma zac!! il Mauretto, prima di me, manda in rovina i Ciclopi e si ciuccia gli Stregoni. Argh!!  

Francesco attesta impotente il calo della sua prosperità iniziale. Viene sorpreso allora in una nobile posa con presa bimane degli attributi di difficile descrizione. Il rifugiarsi in dubbi riti esoterici è anche giustificato da una costante sfiga nel lancio del dado da ultimo attacco: 5 su 5. Superata oramai la metà partita, giunge il tempo di salutare i miei  immortali elfi alchemici. Prendo una bella ciurma di marinai umani e punto al settore settrentrionale con 3 belle regioni piane. Se mi piazzo in mare e vado verso il lago al centro, dovrei garantirmi un paio di punti intoccabili a turno. Francesco molla gli scheletri e rimedia dei Troll predatori, belli tosti ma forse sarebbero stati ideali per i primi turni. Mauro ormai gli ha preso la declinite: via gli stregoni e dentro 7 nani (giuro!) da commando. Non so perchè ma siamo tutti convinti della vittoria di Mauro, che attacca uno dei suoi soliti lamentosi “ancora non è detto!”. Io me ne esco con una oxfordiana frase del tipo: “Ho proprio scelto 2 razze di m…”. Luigi si ritrova mezzo bloccato con la razza in declino più potente di quella in circolazione: non può sfruttare l’abilità stout delle amazzoni senza perdere un botto di punti. Francesco inizia a disperarsi: il digiuno dalla vittoria sembra allungarsi.

A questo punto però… indisturbato faccio 2 ultimi turni da paura: roba da 15-16 punti a botta! E… meraviglia delle meraviglie… vinco!! Vinco con 95 punti! Mauro è secondo a 89 e terzi a parimerito Luigi e Fra a 88, ad un solo misero puntarello dalla piazza d’onore. Parte il “se avessi” e “se non avessi” ed io mi ritrovo in un piacevole stato di sghignazzante sgomento. E mi viene in mente un motivetto: … “in a big big world”!

Partita: D 95, M 89, L & F 88. Classifica: D 8, M 4, L & F 1