Archive for novembre 2009

casa dolce casa

novembre 26, 2009

Dato che negli ultimi 3 incontri chi ospitava la serata vinceva, Mauro a digiuno di vittorie, provvede immantinente a cacciare i suoi inquilini da casa. Ci ritroviamo così tra vernici ed azalee nell’attico del “sor lamento”. In più non contenti gli concediamo pure di giocare a Kingsburg, dove nella passata stagione ha dimostrato doti di abilità e fortuna non indifferenti. Vabbè le premesse c’erano tutte… vediamo come è andata.

Giochiamo a Kingsburg in versione liscia. Nessuna espansione, nessuna variante. Avrei desiderato provare “l’espansione del regno“, ma lo spacciatore ufficiale (Giocofollia a via Parma ad un passo dal mio ufficio) l’hanno chiuso. Ora diventa più difficile rifornirsi. Vabbè aspetteremo le feste natalizie e il caro vecchio Babbo Natale (messaggio non tanto subliminale).

Neanche iniziamo che sfodero in estate un bel tre con 3 dadi. Più tardi Francesco farà di meglio con un tiro da guinness: 6 con 4 dadi (1-1-1-3). E’ il momento del suo giuramento solenne di non avvicinarsi mai più a giochi che abbiano dadi. Mi barcameno, mi difendo ma non riesco a mettere in piedi una strategia accettabile. Francesco corre per l’ambasciata, Luigi lo segue. Mauro corazzato come al solito. Io pare che riempia la tabella degli edifici per colonne e non per righe.

Momenti da ricordare: la tempesta autunnale del secondo anno con il mostruoso rombo di tuono; i fagottini alla nocciola esplosivi; il pestaggio di Francesco a Mauro, scaturito dal giuramento laddaghiano “se faccio di nuovo meno di te, pur avendo un dado in più, ti picchio!” e il classico lancio finale. E questo va raccontato…

Inverno del V anno: l’alito del Drago soffia su noi. A parte Mauro ci troviamo aggrumati nel giro di un punto. Prospettino esiti possibili ultimo lancio rinforzi: 1-2-3 (D 2, F3, L4), 4 (D-F 2 parimerito, L4), 5-6 (L2, D-F 3 parimerito). Insomma i punti in palio per la classifica finale oscillano da 4 a 0. Io e Fra speriamo, la statistica dovrebbe essere dalla nostra parte e… Luigi lancia e… 5! Luigi si pappa i 4 punti del secondo posto e io e fra ci spartiamo un misero punto a cranio. Ettepareva!

Nota positiva della serata? Il prossimo turno si gioca a casa mia!

Partita: M 49 L 40 D&F 39. Classifica: D 25 M24 F 20 L15

Annunci

Come se piovesse

novembre 12, 2009

Secondo appuntamento nei mari del nord: siamo ovviamente nel salotto di luigi & rosita, ma tirano venti gelidi. Ma non sono gli spifferi in salotto, si rigioca ad Hansa.

Nel sorteggio iniziale la mano di Rosita mi concede il primo ballo, a seguire Mauro, Luigi e Francesco. Tutti confessano di non aver avuto tempo per potersi esercitare con l’applicazione Java. Ma per qualcuno si inizia quasi subito a dubitare di questa affermazione, quando Luigi inizia a far continui riferimenti al modo di giocare del PC: “Ecco così gioca il computer!“, “il pc prende un sacco di mercanti“, “il programma piazza sempre la nave in modo bastardo“,etc. Invitato ad un chiarimento, il padrone di casa blatera di “un paio di partite… un paio di settimane fa”… Mah, sarà… Comunque, java o non java, Luigi prende il largo! Francesco non ingrana. Io e Mauro ci contiamo i barili a vicenda e siamo gomito a gomito, anzi babordo – tribordo.

Luigi piazza il predominio in un paio di porti ed è aiutato dai successivi rifornimenti che piazzano barili da 3 dove lui può spillare soldi ai noi poveri mercanti. Inizia pure una cantilena del tipo “al prossimo turno piazzo solo mercati”, ma poi si ritrova sempre un sacco di soldi e la possibilità di incamerare punti. Francesco inizia a looppare autisticamente nella zona orientale. Io e Mauro cerchiamo di fare fortuna in porti isolati, ma la sorte non ci arride. Comunque con mia gioia arride di meno a Mauro. Luigi invece dilaga.

Che siamo ormai preda dei suoi traffici ce ne accorgiamo anche quando inizia a circolare la coca cola. Ma non come le volte passate, quando nonostante il motto “coca-cola come se piovesse”, ne faceva sempre due goccette! Presi dal delirio degeneriamo e iniziamo a canticchiare “It’s raining coke” sul successo riportato in auge da Geri Halliwell o in alternativa “cokedrops keep fallin’ on my head” sul motivo della canzone di “Butch Cassidy”. Se c’è anche la Coca-cola a fiumi siamo in presenza di un evento quasi storico…

Infatti, nonostante riesca a strappare un paio di turni belli sostanziosi e a scrollarmi Mauro di dosso, Luigi è incoronato Capo Mercante. Spezza così un lungo digiuno di vittorie in campionato. E smuove la classifica generale con un bel +8! Dopo il passato  zero della partita precedente riguadagno qualcosa su Francesco che subisce uno stop nella sua scalata alla vetta. Mauro continua a non vincere, ma raccoglie sempre qualcosa con i suoi secondi e terzi posti. Insomma il campionato, a quasi un terzo della stagione, è ancora apertissimo. Per concludere bisogna dire che su Hansa tutti abbiamo fatto esperienza, capito meglio la meccanica e ottimizzato la raccolta punti. Basti solo notare che il terzo della serata avrebbe vinto la volta precedente!

Partita: L 49, D 46, M 41, F 38.  Classifica: D 24, F 19, M 16, L 11