Archive for gennaio 2010

La regola aurea

gennaio 28, 2010

Per giocare a Caylus non ci si può presentare impreparati. E’ d’obbligo almeno ripassare bene le regole e riprendere confidenza con la meccanica di gioco; ma valutare pure quale strategia percorrere e studiare un po’ tatticamente come applicarla non può far male. Beh io cercando qua e là, mi ero stilato un po’ di linee guida. L’ideale sarebbe una bella Regola d’oro, come ad esempio a Carcassonne la Regola per eccellenza è “Bisogna sempre averne uno in mano“. Ora vediamo se questo “modus operandi” funziona al banco di prova.

L’appuntamento è a casa mia alle 20.30. Finora siamo sempre andati lunghi con i tempi. Il tentativo è di contenerci nelle 4h. Speriamo. Suona il citofono alle 20.15. Mauro piomba tra un broccoletto ed una mozzarella di bufala. Eheh,  nulla di meglio di un’oretta di piscina ed una cena leggera per affrontare Caylus. Ma per Mauro vengo bollato con un “manco all’ospedale“.
Risuona il citofono. 20.30 spaccate: sono la coppia Luigi & Francesco. Ma Francesco mi annuncia il suo forfeit! Nooo!  Urge sua presenza al capezzale della consorte: Federica è impegnata nel vano tentativo di “sgomitare”. Francesco scappa via, ma Luigi sale lo stesso. Che facciamo? Serata annullata? Il tavolo è pronto, proviamo in 3 dai! Ripassatina veloce veloce e via!!

Il caso fa sì che le costruzioni rosa dopo il ponte sono 3 edifici di produzione (fattoria, foresta, segheria: tessuto o cibo, legno o cibo, legno), poi il mercato (1cubo->4$), il carpentiere ed infine la cava (pietra). La sequenza di gioco invece, dopo il dado,  risulta Luigi, Daniele, Mauro. Punto al castello, ergo ai favori, focalizzandomi sulla linea degli edifici.

Dopo neanche un’oretta siamo al conteggio delle Segrete:  il primo pezzo del Castello è stato completato velocemente. Me ne esco con l’infelice frase “Ma non sarà Francesco il responsabile del nostro giocar lento?!” Abbiamo poi finito che era quasi l’una!!! Pubbliche scuse Francè. Comunque al primo pit-stop, sono stati costruiti da Luigi una fattoria di legno (2 tessuti/1 cibo) e il mercato (1cubo-> 6$), da Mauro il muratore e da me il venditore ambulante (1$-> 1cubo, 2$-> 2cubi). Al castello D2, M2, L1. Per il punteggio: D15, M14, L11.

Iniziamo la fase delle Mura. Luigi costruisce il notaio; Mauro inaugura il primo edificio di pietra (la chiesa) e con il favore tira su pure l’altra fattoria di legno (2 cibi/1 tessuto). Prima che me la zottino, mi tocca metter su la banca. Nel frattempo io e luigi tiriamo su una residenza. Io secco la cava (per le pietre bisognerà così cercare il mio venditore ambulante) e Luigi secca il mercato rosa, ottenendo il monopolio dei mercati.

Nella pausa alcolica si miscela vodka, noccioline e carbone della befana: altro che dieta ospedaliera! Ci gustiamo la conclusione di Milan-Udinese 0-1, invocando un gol di Niki Zimling, il biondissimo con quel “coso al collo”. E malignamo su Francesco che ha simulato l’influenza intestinale di Fede per godersi l’esclusione del Milan dalla Coppia Italia. Alla ripresa della nostra partita, l’alcol e le cattiverie fanno sì che cappelli alla grande nella chiusura della fase Mura. Distratto dal tentativo di bloccare luigi dall’ottenere i 2 cibi, mi dimentico di piazzare il pinzolo al castello (con ben 2 unità da costruire). Un danno da 8 punti e 2 favori!! Che idiota!

Inizio così la fase finale delle Torri, incattivito. Costruisco fino a 3 residence che mi garantiscono un +5$ ad ogni turno. Con un’altra Luigi’s Residence arriviamo a seccare quasi tutte le produzioni rosa: il mio venditore è contesissimo ora. Una partita condizionata dalla scarsità delle risorse: gli edifici di produzione sono stati costruiti poco e in ritardo. Luigi tira su un edificio di pietra di produzione (2pietre+1tessuto), Mauro edifica Sarto e Architetto, io Alchimista e Architetto. Ma nel frattempo sto accumulando ori e pietre: non so se riesco a farlo, ma se ci riesco…

Ultimo turno si ottimizza ogni singola pietruzza, ogni filo d’oro o stuzzicadenti e… Mauro raggranella pochi punti col sarto, Luigi tira su un bell’Albergo da +16 e una unità al castello. Io riesco a fare la Cattedrale: una breccola da +25!!
Tirando le somme: D 94(!!), L 76, M 70.

In sintesi forse non c’è una sola regola aurea, ma mi sono attenuto a delle linee guida adattandole alla partita. Eccole coram populo:

1. Puntare ai favori, costruendo al castello SOLO sapendo di essere il primo.
2. Mai + di 2 turni ultimo a piazzare.
3. Iniziare il turno con almeno 4 soldi
4. Riga costruzioni
5. Costruire almeno 1 edificio legno da 4
6. Costruire almeno 1 edificio pietra di produzione
7. Costruire almeno 1 edificio prestigio

Non vedo l’ora di rigiocare a Caylus! 🙂

Partita: D 94, L 76, M 70, F 0. Classifica: D 51, M 32, L 29, F 28

Annunci

La cattedra

gennaio 14, 2010

Si inaugura il 2010 a casa di Luigi con un “gioco giocato”. Sono in ballottaggio una triade di gestionali: puerto rico, caylus e i pilastri della terra. Si sceglie il più leggero “pilastro” con l’espansione. E via con gli spippoli!

Mauro il Blu rimedia Jack che gli garantirà un artigiano in più e l’utilissimo scalpellino che converte 1 pietra in 5 soldi; Luigi il Verde ha l’Alchimista e +2 denari anche per lui. E’ chiaro da subito che, per loro due, i soldi non saranno un problema; io il Bianco e Francesco il Rosso dobbiamo invece essere più accorti. Io comunque mi accaparro l’Aiutante (+1 in produzione) e l’Ingegnere (+1PV ad ogni turno)  e mi specializzo in sabbia e legname. Divido così con Fra il legname in giro che viene completamente ignorato dai due ricconi. Francesco si prende l’Architetto Nero (uno spippolo in più per lui) che abbinato alla riga degli Architetti che regola il piazzamento del terzo capomastro quasi annulla il suo famoso fattore sfiga.

Nonostante si abbattino su di noi un bel po’ catastrofi niente male (rendite -1, capomastro -1, artigiano -1), Luigi, pur senza il suo pizzino, riesce ad ingranare bene, Francesco spende poco ottimizzando ogni mossa,  io e Mauro ci difendiamo, pur non brillando.

Prima dell’ultimo turno, la situazione è questa: L 34, F 32 e M&D 29. Spero in una ulteriore disgrazia, dato che ho la protezione eventi, e invece pesco “un metallo per tutti!”. Tutti ne traggono beneficio, tranne Francesco che ha metallo a iosa. Io con la vendita del cubo blu e con la coppia dei falegnami, sfodero un altro poderoso “colpo di coda” (20 punti!!) e per poco non beffo i miei compagni di merende. La cattedrale è completata e sale in cattedra… Francesco! Aggancia infatti in vetta Luigi e i soldi in più gli consegnano la vittoria!  E’ proprio un anno nuovo!

F 50, L 50, D 49, M 45. Classifica: D 43, M 30, F 28, L 25