Il porto (dis)sepolto

Quel nulla
di inesauribile segreto
(G.Ungaretti, Il porto sepolto)

Dopo una intensa trattativa via mail sul giorno di incontro e sul terreno di gioco, ci si vede a casa di Luigi di mercoledì per sfidarci a Puerto Rico, il re dei gestionali. In sottofondo l’Inter batte il Chelsea 2 a 1.

Al sorteggio per la sequenza di gioco con il doppio dado: Luigi: 3, Francesco: 2 (quest’uomo con i dadi è ormai leggenda!), Mauro: 6, Daniele: 7. Insomma: DMLF. Prendo subito uno small market e mauro mi imita; Luigi una Hacienda (pescata bonus nelle coltivazioni) e Francesco lo imita: serata imitatori. Comunque la partita è molto tattica. Si pensa molto anche a come non favorire quelli dopo. Luigi ci ricorda la teoria della “paura del Craftsman”.

Luigi con una cava punta al corn (4!) e al tabacco, a sostegno la coppia Hacienda + Ospice e un large market per i soldi. Francesco con 2 cave diventa un pasticciere tabagista (3-3), buono il raccolto del corn (+3) e anche lui con l’accoppiata H-O. Mauro sta invece utilizzando la strategia classica: caffè + molo (wharf). Ma pur avendo 3 cave, produce pochissimo! Io ho puntato al caffè (come bene raffinato), ma ho diversificato la produzione e scelto l’Harbour (il porto). Beh il mio porticciolo all’inizio è visto un po’ con sospetto, tutti si domandano ma perché, visto che poteva non ha scelto il molo. Mah sinceramente data la varietà di beni e la scarsità di produzione,  mi è parso migliore per me scegliere l’Harbour. Mauro ringrazia e prende il molo, Luigi non ci pensa due volte e si accaparra l’altro molo. Francesco impreca, perchè i moli sono finiti. Tutti pazzi per i moli.

La chiave della partita è il momento in cui Francesco rispolvera la “Laddagata” e va dal mercante invece di imbarcare. Ergo la mano dopo imbarco io. Stoppo una nave con l’indigo, che produco solo io e luigi, in quel momento. Fra non brucia nessuna risorsa grazie allo squaqqueraus (small Wharehouse), ma i punti son pochini. Idem il giro successivo, Fra si ritrova di nuovo ad essere l’ultimo ad imbarcare e pochi pv da raccogliere. Si rifà la mano dopo, svuotando il magazzino e raccogliendo pv da solo. Mauro capisce che forse l’harbour non è male. Infatti io trovo sempre spazio sulle navi e il porto mi aggiunge almeno 3 punti a giro! Produco poco, ma raccolgo punti alla grande.

Ormai si è in chiusura e bisogna concentrarsi sulla costruzione dell’edificio da 10 con bonus. Mi accaparro la customs house con il bonus sui punti e riesco pure a tirar su la city hall ma senza attivarla, luigi ha il residence con il bonus sulle piantagioni, Fra con la fortezza raccoglie il bonus dai coloni, Mauro ha la guild hall ma non riesce ad attivarla.
Tirando le somme:

PV: D 28, F 23, M 19, L 17
Edifici: D18, M 18, L 17, F 16
Bonus: D,L,F 7, M 0
TOTALE: D 53, F 46, L 41, M 37

Analizzando velocemente i punti raccolti, si può dire che: negli edifici si è alla pari (forse per i cavaroli si poteva raccogliere qualche punto in più nei turni da Builder costruendo a zero spese… ce ne siamo accorti tardi o sbaglio?); insuccesso del molo per la raccolta punti, un porto con merci diversificate ed un buon magazzino hanno fatto meglio. Si doveva forse essere più aggressivi nella gestione dello stoccaggio delle merci sulle navi.
Last but not least… Viva el Governador!

Partita: D 53, F 46, L 41, M 37. Classifica: D 59, F&M 34, L 27

Annunci

3 Risposte to “Il porto (dis)sepolto”

  1. Francesco Says:

    Danie’, i post di questi blog assomigliano sempre più a libri di testo di ingegneria gestionale: pur essendo stato presente faccio fatica a seguirli!!! 🙂
    Comunque in questo momento tu sei come l’Inter (indubbiamente più forte, ma ti gira tutto a favore) e io come il Milan (regalo spettacolo ma pago carissimo ogni minimo errore… se poi faccio una ca**ata finisce in tragedia!)… peccato che non ho soltanto 4 punti di distacco!

    • pagano Says:

      Gestionalmente. Vero, verissimo. Anch’io ho notato che ultimamente sono un po’ troppo tecnico. Cmq è anche vero che gli ultimi giochi sono stati tutti gestionali, quindi la deriva gestionale ci sta tutta! 🙂
      Campionatamente. Se io sono l’Inter, tu sei il Milan e a Mauro famo fà la Roma, a Luigi che je tocca? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: