Scontro tra Titani

In un confortevole salottino pagano si prepara uno scontro divino tra titani: serata Colossal Arena di Reiner Knizia. A poche ore dall’imminente uscita nelle sale del remake di Clash of the Titans, anche noi nel nostro piccolo partecipiamo alla scaramuccia. I primi ad arrivare belli carichi sono Seraphim e Daemon, i nostri cric & croc dei dadi, immarcescibili gianni & pinotto del tavoliere. Mauro arriva dopo nero nero. Per la sezione scuse: io vengo da un’oretta di virate voltastomaco in piscina, Francesco ha ancora la consorte sginocchiata, Mauro chiude in bellezza con una giornatina coronata dallo smarrimento delle chiavi della macchina. E Luigi… beh è Luigi!

Prima partita:

I primi passi sono incerti. Si fanno un paio di giri a carte scoperte per testare la meccanica. Appena pare appresa, si danno le carte e via!! Il motto condiviso è “basta che non vince il pagano!” Hai capito che gente ospito?! Francesco inizia alla grande e brucia subito la mitica carta del Serpentone  (lo spettatore da zero) al primo turno sull’unicorno! La maledizione dell’unicorno si abbatterà su di lui istantaneamente: pescherà infatti quasi tutte le carte unicorno! Luigi fa una pensata delle sue e all’ultimo round pur di non bruciarsi una puntata da 2 sull’Ettin biteste, si ritrova seccata la Gorgon con una puntata da 4 e la puntata segreta da 5! L’inspiegabile suicidio lo catapulta da un sicuro secondo posto all’ultima posizione con soli 2 punti. Il magus mi concede un paio di sue magie: con la prima fa diventare invisibile la sua colonna agli altri giocatori e con la seconda mi da 9 punti. Nonostante il motto porto a casa (ops già ci sono) la partita!

D: 13 (5+4+4), M 8 (3+3+2), F 5 (4+1), L 2

Seconda partita:

Purtroppo, ripensando al game precedente, inizio blaterando “Io però ancora non ho capito sto potere del mago!” Ovviamente il mago mi punirà facendomi pescare carte dei miei pargoletti bassissime e carte dei miei avversari fortissime. Ecco quando è utile il mago!! Ovviamente sono bersagliato dal saccheggio da Luigi novello Titano che pesca pure benissimo, dal Wyrm di Mauro, dalla Gorgone di Francesco e Luigi. Insomma stavolta non si sfugge dal motto “bastona il pagano“. Scelgo le amazzoni per compensare le carte misere con la statistica, ma alla maledizione del mago non si sfugge. Trascino nel mio baratro Mauro con cui condivido un paio di scommesse, la coppia Dolce & Gabbana dei giochi da tavolo fa comunella e ci liquida le nostre colonne. Bonnie &  Clyde riscuotono 4 puntate su 5. Io una. Mauro zero.

L: 14 (5+4+3+2), F 12 (4+3+3+2), D 4, M 0

Tirando le somme: gioco carino e veloce. In 4 le carte sembrano bastare,  anche con l’amazzone in funzione.
A fine serata raccolgo 10 punti e guadagno ancora un po’ sugli inseguitori in classifica generale. Il gruppo è raccolto ora in 5 punti. Luigi senza “la grande pensata” avrebbe 4 punti in + e sarebbe secondo in classifica (sic!).
L’ultima partita raccoglie la migliore e la peggiore prestazione della stagione,  rispettivamente Luigi (1,867 punteggio normalizzato alla media) e Mauro (o, sic!). Ma non so quanto e se considerarle dato che questo è anche il primo gioco dove si può fare zero.

Serata: D 10 (8+2), L 8 (0+8), F 6 (2+4), M 4 (4+0);  Classifica: D 69, F 40, M 38, L 35

Annunci

2 Risposte to “Scontro tra Titani”

  1. Francesco Says:

    caro Daniele, non leggevo cose divertenti come “E Luigi… beh è Luigi!” dai tempi della Bustina di Minerva di Umberto Eco!!!! 🙂 hai dimenticato che il nostro Pinotto poteva seccarti a metà della prima partita la colonna del mago e invece ha fatto morire i Daemon, sui quali avevo puntato la scommessa segreta… e per continuare la serie “la sfiga del Laddaga”: vogliamo commentare una scommessa segreta bruciata al PRIMO round?!?!?!?
    comunque il gioco è molto carino, voglio rigiocarci assolutamente!
    p.s.
    a Maure’, ma le hai ritrovate ‘ste chiavi?!

    • pagano Says:

      Ecco bravo! Durante la serata avevamo riesumato la “laddagata”, ma non ricordavo esattamente per quale tua abile mossa. Beh si deve dire che è poi passata completamente in secondo piano dopo la mitica pensata suicida di Luigi! Peccato che “Tucciata” è un po’ cacofonico, altrimenti poteva assurgere agli onori degli altari ludici!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: