100

Questa volta l’Anno è il 1701 e il mare è Bagnato. Ci sono tutte le premesse per una splendida serata a darsi gomitate su velieri settecenteschi tra ignote isole lontane. Si dà una ripassata veloce alle regole: ovviamente Mauro legge e noi facciamo sparire le patatine. In compenso gli riempiamo una ciotola contentino di M&M’S e spariscono pure loro. Ospitare la serata ludica inizia ad essere gravoso per il bilancio familiare.

Al lancio dei dadi vinco con un 7 banalissimo e salpo per primo. E questo è solo l’inizio. Mi schianto subito su un approdo rum e tabacco: wow! Mauro punta sui cannoni e Francesco accumula sacchetti. Io e  Luigi ciancischiamo alle loro spalle: un po’ di piombo e un po’ di danaro ma anche una bella velona (pescata in apertura) che ci permette un più agile movimento. Luigi proclama un perentorio “Non faccio affari con nessuno” per poi trafficare selvaggiamente con tutti, naviga per mari perigliosi e affronta i tumulti pur di ottenere gli obiettivi prefissati. Una sola parola: irriconoscibile! In compenso Francesco conferma quello che la leggenda narra su di lui: al suo primo imprevisto marino ripesca la mitica “calma piatta”. Mauro, per non essere da meno, si lamenta (anche giustamente stavolta) sui numeri che escono, ma la sua maledetta barchetta la tira su ad ogni giro.

Il rum e il tabacco mi permettono un salto rapido nella II fase con la possibilità di acquisire espansioni più corpose al mio isolotto: memore del dinamismo che danno le vele punto ad una doppia vela e con 7 esagoni a botta è un bel girare. Mi ritrovo su un isolotto con una tripletta di bombarde che mi porta in testa nella colonna del piombo e mi permette di affrontare i pirati con discreta sicurezza. Anzi per guadagnare mi ritrovo pure ad invocare l’incontro coi corsari.

Francesco ripesca, su invocazione mauresca, la seconda Calma Piatta. Signori, questo è professionismo puro! Luigi incamera risorse ma si lancia in faccia un bel 7 e va alla pesca della carta evento. Gufiamo in coro e il fuoco seccacarte arriva puntuale con una serie di improperi di Luigi. Io sembro sempre avere le carte giuste per le mie mosse, non una di più, non una di meno. Uno stratega lungimirante o uno sculato epocale? Rivado a pescare un insediamento II e mi tengo un doppio “austriaco felice”. Mi porterà un paio di soldi in caso di tasse e mi spingo avanti sulla colonna benessere.

Mauro continua a puntare al traguardo delle 7 colonie con relativo favore regale. Io passo addirittura nella fase III e salgo a +3 favori. Luigi non riesce invece a schiodarsi dall’unico favore e biascica oramai sconsolato un “quest’anno il cucchiaio di legno non me lo leva nessuno!” Francesco si incarta con i soldi e per un misero tallero non riesce a costruire l’Opera senza andare in tumulto, rinviando tutto al prossimo giro. Senonché… Luigi lancia un altro bel sette che porta il fuoco e le tasse: io raccolgo i soldi necessari per donarli alla regina senza intumultuarmi (+1 favore) e e costruisco un insediamento da 1 “austriaco felice” che mi trascinavo dall’apertura, conquistando la colonna (+1 favore). Ergo 5 favori alla mia Reginella e tutti sotto coperta a festeggiare con rum e tabacco!

Per me decima vittoria della stagione e quota 100 punti raggiunta! Alle mie spalle, la lotta per la seconda piazza rimane congelata: Mauro e Francesco se la combatteranno fino all’ultimo dado (ops… meglio non dire così per Francesco!). Luigi realizza una sua “Tripletta” di 3 ultimi piazzamenti di fila che gli stroncano il campionato. Ora per salvare la stagione deve solo e sempre vincere. Può succedere.

Serata: D 5, M 2, F 2, L 1.
Classifica generale: D 100, F 57, M 53, L 42

Annunci

6 Risposte to “100”

  1. Francesco Laddaga Says:

    condivido la nota sulle spese da parte di chi ospita, secondo me Mauro a fine stagione dovrebbe portarci tutti a cena fuori!!! 😉
    e ovviamente permettimi di ribadire la mia sfiga a 1701: questa volta non bastavano le due “calma piatta” (100%… Mauro mercoledi ti faccio una makumba), ma vorrei sottolineare che gli esagoni produzione che ho “scoperto” io avevano un simpatico 3 e due deliziosi 11… ‘cci loro!!!!

  2. Mauro Says:

    Non è vero! Io porto sempre qualcosa….., che poi lascio nelle vostre case!

  3. Francesco Laddaga Says:

    …e anche negli ascensori! 😉

  4. Mauro Says:

    E domani sera, in onore del padrone di casa…….ne faccio 100!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: