Nel blu dipinto di blu

Siamo da Luigi per la seconda puntata di Vasco da Gama. Il tavolo è pronto… salpiamo! Unica nota diversa dal solito è che io e Francesco non sediamo nei “soliti” posti. Siamo invertiti. Mah! Che sia per lui di buon auspicio? O a me porti jella? Vedremo. Beh in realtà c’è un altro piccolo particolare… il mio orologio da cucina! Mi spiego. Per accelerare i tempi biblici di riflessione ho cercato su internet un bel timer da tavolo che facesse il conto alla rovescia. Qualcosa che in sostanza limitasse le pensate. Ne ho trovati diversi, carini ed economici. Ma poi ho scoperto che il cinesone digitale da tavolo che ho in cucina ha un bel timer con tanto di musichetta a fine conto e lampeggiante blu. Sperimentiamolo no?! Fisso il tempo a 58 secondi. Troppo? troppo poco? Proviamo così e via!

Mauro, giallo bile, vara subito la nave del mercante da 11 a Mozambique accaparandosi il 2° micro capitano. Francesco, rosso martirio, prende il missionario. Io, nero pece, punto ai punti e a Luigi dal sangue blu tocca il turno supplementare. Io e Fra riusciamo a varare subito e a far salpare una nave riempiendo la riga mozambicana. Ma l’infame laddaga mi piazza la nave mercantile da 7 appena pescata sulla riga di Mombasa in modo che la mia navicella nella navigazione non trovi posto e sia segata dal gioco: iniziamo subito a far gl’infami! Bravi, bravi. Nel turno successivo Mauro chiude il porto di Mombasa ed io riesco a piazzare una nave da 7 nella fila di Malindi. Luigi è ancora a zero, ma sta preparando navi, capitani ed equipaggi per una bella regata storica. E infatti Mauro, che può, non lo blocca a dovere e gli concede il piazzamento di TRE navi sulla riga mombasiana: pioggia di punti e un blocco imbloccabile di navi blu. Consoliamoci almeno con l’amaro del capo. Dopo la pausa alcolica sostenuta da microcornetti (forse destinati ai microcapitani), Francesco ben riposato fa una storica pensata tale da farci sentire la maledetta e ansiogena musichetta del conto alla rovescia 6 volte 6. Nel frattempo oramai Malindi è una macchia blu sul tabellone e invece di far in modo che le sue navi si schiantino su righe quasi piene, Fra e Mauro oramai disperati, accontentandosi di qualsiasi punticino pur di non finire ultimi, gli fanno piazza pulita sulle righe sovrastanti. Nell’ultimo turno provo il colpo di coda e piazzo sull’ultima riga 2 navi (9+7) ma nulla possono contro la carrettata di punti che intasca Luigi con la chiusura della riga di Malindi: una riga maledettamente blu!

Luigi da Gama domina i mari, io lo seguo a qualche imbarcazione di distanza; ad una ventina di miglia marine ormeggiano Mauro e Francesco. Luigi è sulla cresta dell’onda e Francesco cola a fondo. Nel blu dipinto di blu.

Partita: L 85, D 81, M 65, F 64
Classifica: D&L 12, M 4, F 0

Annunci

Una Risposta to “Nel blu dipinto di blu”

  1. Luigi Says:

    e dai caz***!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: