rompere il digiuno

Adunata di tutti gli impastatori di malta a casa di Luigi. E’ il turno de “I pilastri della terra” espansi. Si costruisce la cattedrale di Kingsbridge: oramai stiamo in fissa con queste cattedrali. Citofono con Mauro e ci presentiamo come il Campanaro e il Soffiatore di vetro non sapendo quali drammatici ruoli chiave avrebbe avuto nella serata. Ma andiamo per ordine. Ore 20.40: il tavolo “tuccio” è pronto e si inizia a giocare a bomba. Ingraniamo tanto velocemente che Luigi profetizza una chiusura per le dieci e un quarto. Mai vaticinio fu più infelice.

Luigi e Mauro si accaparrano gli artigiani che producono soldi. Io e fra dovremo stare attenti perciò alle nostre finanze, nelle prime mani infatti facciamo cassa e portiamo i soldi sul 30 a fondo barra. Luigi acquisice Alfred avendo così quasi da subito il controllo degli Artigiani: può scegliere quali piazzare a Shiring. Ma forse non sfrutta a dovere questo potere. Cioè si piazza solo una volta lui per primo, preferendo controllare “a distanza”. In ogni caso sono io quello che non sarà MAI primo perdendomi anche la gioia della pesca dello spippolo. Ma mi difendo bene. Raccolgo metodicamente punti con un umile vasaio (1s 3x 1) e un semplice falegname (1l 3x 1); completano il lavoro, un onesto soffiatore di vetro ed un pittore da +2 per gli ultimi 2 turni. Riesco così conquistando la carta dei due metalli a sganciarmi un po’ dal gruppo. Francesco ignora il legno e riesce ad essere sempre sotto la protezione del Vescovo, scampando così un -2 punti, -1 artigiano e -1 rendita delle risorse. Insomma è lui il raccomandato dalla curia. Mauro diversifica gli introiti, non ha problemi con le tasse (paga solo 2) ed alla fine è quello da temere. Luigi infatti perde un po’ terreno e che qualcosa gira storto per lui nella serata si capisce quando, l’unica volta che è primo, riesce nell’impresa di non pescare nessuna produzione di legno, proprio mentre io e lui abbiamo i falegnami che potrebbero far punti.

Arriviamo al solito drammatico ultimo turno: D40, F 34, M33 e L29. L’orafo avanzato è l’escluso dalla pesca. Mauro è il primo, ma Luigi sceglie di lasciare nella scelta iniziale il piastrellista e il campanaro da 10 che nessuno si può permettere. Nella pesca degli spippoli Francesco blocca l’organaro, fondendo così il metallo a Mauro e Luigi. Luigi allora punta a fare cassa e sfrutta il suo orafo. Mauro punta a Saint Denis per poter sfruttare il soffiatore di vetro 2x di Francesco. Ma l’organista va a sostituire proprio il vetraio e qui partono le imprecazioni di Mauro che vede bruciata una vittoria sicura. Ora si giocherà tutto sul granello di sabbia. Nonostante tutto Mauro si riorganizza e raccoglie una bordata di 17 punti, Luigi l’orefice raccoglie 14, io e fra ci difendiamo con 11. Quindi tirando le somme… vinco io di un punticino su Mauro ancor più rosicante dato che in caso di parità avrebbe vinto per i soldi, Francesco è sì scavalcato da Mauro, ma mantiene il vantaggio su Luigi che chiude ultimo sconsolato.

Partita: D 51, M 50, F 45, L 43

Si chiude così la sezione cattedralizia del torneo: 3 partite (2key + 1pil) in cui Mauro ha fatto un pienone di 20 PT, raccogliendo quasi la metà di tutti i suoi punti finora ottenuti e rischiando una clamorosa triplete; Luigi incassa solo 4 PT e scivola dal secondo all’ultimo posto a -6 dal terzo; Francesco ha raccolto 6 PT  mantenendo la prima posizione ma il vantaggio che aveva accumulato sugli inseguitori è ora quasi dimezzato. Io incamero una sporca dozzina di punti e, dopo una sequenza di 10 partite senza vittoria, torno al successo, rompendo un disonorevole digiuno… in piena quaresima!

Classifica generale: F 48, M 42, D 42, L 36

Non posso non chiudere con una sequenza famosa dei Vitelloni di Fellini. Dedicata ai miei amici, impastatori di malta.

Annunci

4 Risposte to “rompere il digiuno”

  1. Luigi Says:

    ecco inizia a corre’ come Albertone…….

  2. Francesco Says:

    ok, per qualche settimana v’ho fatto diverti’, vi avevo visto un po’ scoraggiati… ora ricomincio a giocare sul serio! 😉

  3. Mauro Says:

    …..i vetrai mi sono sempre stati sulle scatole……………. ma porca miseria!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: