Archive for the ‘Colossal Arena’ Category

A kind of magic

gennaio 27, 2011

Si inizia il 2011 a casa di Luigi con un doppio appuntamento a Colossal Arena, gioco di carte e scommesse del sempre grande Knizia.

Prima partita:

Delle 12 razze solo 8 giocano. Al sorteggio sono fuori Ciclopi, Colossi, Demoni ed Ettin. Si sceglie un criterio “alla palio di Siena”: le razze escluse giocano sicuramente la seconda partita. Fissiamo anche la sequenza di gioco: FMLD. E via!

Luigi e Francesco scelgono di fare la scommessa segreta. Io e Mauro puntiamo ad avere un gettone in più. Io riesco subito a piazzare una seconda scommessa da 4 e buttiamo fuori i maghi. La seconda linea di combattimento porta al rogo dei Titani con una scommessa da 3 di Mauro che inizia a lamentare un “fumus persecutionis” nei suoi confronti. Al terzo rigo Francesco ci secca i Wyrm ed una scommessa a testa. La presenza delle Amazzoni ed un balletto del “chiudo e non chiudo” porta all’esaurimento delle carte. Fanno in tempo però a cadere le Amazzoni: F -5 e D -4. Luigi e Francesco hanno intatta la loro scommessa da 5. E sono quindi primo e secondo. Io e Mauro siamo appaiati a 9 punti. Avevo già diviso la posta, quando Luigi fa notare che, da regolamento, l’ultimo a giocare ha un vantaggio nel parimerito. Mauro gongola perché si vanta di essere lui l’ultimo, dimenticandosi che io non ho giocato fisicamente l’ultima mano solo perché inutile. Ergo Mauro passa velocemente da un “Bravo Luì grazie” a  “Ma perché Luì non te fai li gattacci tua!”

L 11 (5+3+2+1), F 10 (5+4+1), D 9 (4+3+2), M 9 (4+3+2)

Seconda partita:

Ora rimangono fuori dal tavolo unicorni, troll, serafini e titani ed inizio a puntare. Stavolta la scommessa segreta la facciamo tutti. Alla prima riga si compie una bella infamata ai danni di Luigi. Piazza una scommessa da 4 su una fila morta puntando a sfruttare l’abilità dei colossi per recuperare il gettone. Ma essendo un gruppo di bastardi gli secchiamo in cooperazione i Colossi: -4 e buonanotte! Luigi impreca e promette carte da 0 ed 1 per tutti noi e per la nostra discendenza. La seconda razza a cadere sono i Wyrm con una mia bella scommessa da 4: bye bye vermoni. Nel frattempo continuo a bastonare Francesco con i Ciclopi costringendolo a giocare con metà carte; sfrutto inoltre adeguatamente il Magister, tanando la scommessa segreta sui Gorgon del sor Luigi. E’ una bella colonna giallorossa quella delle Gorgon: Luigi e Francesco sono legati a doppio filo. Io e Mauro ora dobbiamo solo bruciarla. Ma la terza razza a cadere sono invece degli inutili Demon su cui nessuno ha scommesso. Anche stavolta Luigi parte con le lunghe pensate. E come da manuale scappa la vaccata. E’ infatti lui a condannare i Demon al posto dei Maghi su cui c’è solo Francesco. Mah. Comunque il finale è emozionante: nonostante abbia solo 4 carte in mano, grazie ai miei Ciclopi, Francesco “fa una magia”: gioca un maghetto scarso, scarta le rimanti 3, va alla pesca di 4 carte: il mazzo è ora composto da 1 carta sola. Il serpentone da zero di Mauro sulla colonna delle Gorgoni non porta così alla loro soppressione. Nell’istante infatti in cui Mauro reintegra la sua mano con l’ultima carta, la partita finisce. Arrggghh! Le Gorgoni sono sopravvissute! E anche i Maghi sui cui Francesco aveva la scommessa segreta! Arrggghh! Francesco fa un boato di punti: 18!. Mauro è a 15, Io e Luigi, una briciola dietro, appaiati a 14. Anche questa volta sono l’ultimo ad aver giocato quindi sono terzo di nuovo; questa volta a scapito di Luigi.

F 18 (5+4+4+3+2), M 15 (5+4+3+2+1),
D 14 (5+4+3+2), L 14 (5+4+3+2)

A fine serata Francesco raccoglie  la magia di 12 punti, che è esattamente il vantaggio dal gruppo degli inseguitori. Luigi si pappa 8 punti e mi scavalca in classifica generale, anche se pesa l’errore clamoroso che avrebbe buttato fuori gioco Francesco nella seconda partita. Io e Mauro guadagniamo 4 puntarelli miseri. A me va di lusso, dato che, per 2 volte, strappo la terza piazza al ballottaggio.

Serata: F 12 (4+8), L 8 (8+0), M  (0+4), D 4 (2+2)
Classifica: F 42, L 32, D 30, M 22

Annunci

Partite bibliche

aprile 8, 2010

L’agone è il salotto di Francesco: ci si rivede per bastonarci per benino con Colossal Arena di Knizia. Al grido crociato “Non passa il pagano!” iniziano le ostilità.

Prima partita

Sono esclusi Daimon, Troll, Ciclopi e Maghi. Decido di non fare la giocata segreta. Non mi espongo subito e, grazie a delle carte squisitamente antiladdaghiche, inizio a picchiare duro su Francesco che gioca subito prima di me. Ha così 2 luuunghi turni (Luigi e Mauro) prima di riparare le mie malefatte. Gli si secca subito la scommessa sulle amazzoni. Io punto su Colossi e Titan e grazie a questi ultimi faccio su di Mauro “la pescata perfetta”, che mi permette di scegliere il Potente Serpentone Spettatore da Zero. Al secondo round cadono le Gorgoni di Francesco, che si ritrova così senza puntate da 4. Inizia ad alterarsi insultando Luigi e Mauro che si sono piazzati sotto i miei Colossi ed i miei Titan. “E’ così che dovevamo castigarlo?!Lolium Temulentum si diffonde. Nel frattempo racimolo anche il Magister, i 2 Perfetti Prefetti e lo Spettatore da 10: che carte!!! Al terzo round devo sacrificare, per appagare la sete di sangue dei miei avversari, la puntata da 2 sui Serafini, ma così cade anche quella da 3 di Francesco oramai in continua imprecazione. Il divertente è che è sempre Mauro ad assestare la coltellata finale a Francesco. Scatta quindi una colossale lite tra Mauro e Fra: giocare per la partita o giocare per la classifica? Passata la tempesta si chiude la partita per mancanza di carte. Sicuri della vittoria di Luigi, siamo interrotti da un “oh oh” di Luigi stesso, che si accorge facendo esattamente i conti che non ha vinto. Ho vinto io!!! Dopo la semina della zizzania e la pesca miracolosa direi proprio una partita biblica!

D 12 (4+4+3+1), L 11 (5+3+2+1), M 7 (4+3), F 3

Seconda partita

Sono esclusi Daimon e Troll (stasera non vogliono proprio giocare!), Ettin e Amazzoni. Questa volta solo Francesco fa la puntata segreta. La prima razza a cadere è ovviamente la mia! Per compensare la caduta dei Titan ho azzardato una tripla scommessa da 4. Questa volta le carte non mi aiutano, in compenso Mauro ne ha di peggiori. Le immortala addirittura, a futura memoria! Ha di prima mano ben 5 carte da 1 e 0. Può elargire belle bastonate, ma costruire molto poco.

Luigi inizia una fase di pensate storiche. Non per la qualità dei risultati ma per la durata invereconda. Francesco lo appella coltamente come Cunctator, sottolineando che Luigi in realtà non pensa, fa solo trascorrere il tempo! Un tempo biblico!! E il tutto nonostante Luigi Quinto Fabio Massimo venga da me stroncato di continuo con i Ciclopi, togliendogli letteralmente dalle mani metà carte! Anche questa volta il gioco si interrompe per esaurimento carte: l’unicorno in salvo  consegna la vittoria a Francesco (scommessa segreta da 5, +3, +2). Io e Luigi Verrucoso chiudiamo a pari punti e dividiamo in classifica generale i punti del 2° e 3° posto. Mauro mestamente chiude all’ultimo posto, biascicando un “Posso ora giustamente lamentarmi, c@xzO?!

F 12 (5+3+2+2), L 11(4+3+3+1), D 11 (4+4+3), M 6 (4+2)

A chiusura di serata porto a casa 11 punti in classifica generale e sfondo il muro degli 80 punti. Francesco consolida il secondo posto. Luigi abbandona l’ultimo posto e Mauro scivola, grazie alle ultime 3 partite horribilis, in fondo alla classifica.

Serata: D 11, F 8, L 7, M 2. Classifica generale: D 80, F 48, L 42, M 40

Scontro tra Titani

marzo 18, 2010

In un confortevole salottino pagano si prepara uno scontro divino tra titani: serata Colossal Arena di Reiner Knizia. A poche ore dall’imminente uscita nelle sale del remake di Clash of the Titans, anche noi nel nostro piccolo partecipiamo alla scaramuccia. I primi ad arrivare belli carichi sono Seraphim e Daemon, i nostri cric & croc dei dadi, immarcescibili gianni & pinotto del tavoliere. Mauro arriva dopo nero nero. Per la sezione scuse: io vengo da un’oretta di virate voltastomaco in piscina, Francesco ha ancora la consorte sginocchiata, Mauro chiude in bellezza con una giornatina coronata dallo smarrimento delle chiavi della macchina. E Luigi… beh è Luigi!

Prima partita:

I primi passi sono incerti. Si fanno un paio di giri a carte scoperte per testare la meccanica. Appena pare appresa, si danno le carte e via!! Il motto condiviso è “basta che non vince il pagano!” Hai capito che gente ospito?! Francesco inizia alla grande e brucia subito la mitica carta del Serpentone  (lo spettatore da zero) al primo turno sull’unicorno! La maledizione dell’unicorno si abbatterà su di lui istantaneamente: pescherà infatti quasi tutte le carte unicorno! Luigi fa una pensata delle sue e all’ultimo round pur di non bruciarsi una puntata da 2 sull’Ettin biteste, si ritrova seccata la Gorgon con una puntata da 4 e la puntata segreta da 5! L’inspiegabile suicidio lo catapulta da un sicuro secondo posto all’ultima posizione con soli 2 punti. Il magus mi concede un paio di sue magie: con la prima fa diventare invisibile la sua colonna agli altri giocatori e con la seconda mi da 9 punti. Nonostante il motto porto a casa (ops già ci sono) la partita!

D: 13 (5+4+4), M 8 (3+3+2), F 5 (4+1), L 2

Seconda partita:

Purtroppo, ripensando al game precedente, inizio blaterando “Io però ancora non ho capito sto potere del mago!” Ovviamente il mago mi punirà facendomi pescare carte dei miei pargoletti bassissime e carte dei miei avversari fortissime. Ecco quando è utile il mago!! Ovviamente sono bersagliato dal saccheggio da Luigi novello Titano che pesca pure benissimo, dal Wyrm di Mauro, dalla Gorgone di Francesco e Luigi. Insomma stavolta non si sfugge dal motto “bastona il pagano“. Scelgo le amazzoni per compensare le carte misere con la statistica, ma alla maledizione del mago non si sfugge. Trascino nel mio baratro Mauro con cui condivido un paio di scommesse, la coppia Dolce & Gabbana dei giochi da tavolo fa comunella e ci liquida le nostre colonne. Bonnie &  Clyde riscuotono 4 puntate su 5. Io una. Mauro zero.

L: 14 (5+4+3+2), F 12 (4+3+3+2), D 4, M 0

Tirando le somme: gioco carino e veloce. In 4 le carte sembrano bastare,  anche con l’amazzone in funzione.
A fine serata raccolgo 10 punti e guadagno ancora un po’ sugli inseguitori in classifica generale. Il gruppo è raccolto ora in 5 punti. Luigi senza “la grande pensata” avrebbe 4 punti in + e sarebbe secondo in classifica (sic!).
L’ultima partita raccoglie la migliore e la peggiore prestazione della stagione,  rispettivamente Luigi (1,867 punteggio normalizzato alla media) e Mauro (o, sic!). Ma non so quanto e se considerarle dato che questo è anche il primo gioco dove si può fare zero.

Serata: D 10 (8+2), L 8 (0+8), F 6 (2+4), M 4 (4+0);  Classifica: D 69, F 40, M 38, L 35