Archive for the ‘Puerto Rico’ Category

Il porto (dis)sepolto

febbraio 25, 2010

Quel nulla
di inesauribile segreto
(G.Ungaretti, Il porto sepolto)

Dopo una intensa trattativa via mail sul giorno di incontro e sul terreno di gioco, ci si vede a casa di Luigi di mercoledì per sfidarci a Puerto Rico, il re dei gestionali. In sottofondo l’Inter batte il Chelsea 2 a 1.

Al sorteggio per la sequenza di gioco con il doppio dado: Luigi: 3, Francesco: 2 (quest’uomo con i dadi è ormai leggenda!), Mauro: 6, Daniele: 7. Insomma: DMLF. Prendo subito uno small market e mauro mi imita; Luigi una Hacienda (pescata bonus nelle coltivazioni) e Francesco lo imita: serata imitatori. Comunque la partita è molto tattica. Si pensa molto anche a come non favorire quelli dopo. Luigi ci ricorda la teoria della “paura del Craftsman”.

Luigi con una cava punta al corn (4!) e al tabacco, a sostegno la coppia Hacienda + Ospice e un large market per i soldi. Francesco con 2 cave diventa un pasticciere tabagista (3-3), buono il raccolto del corn (+3) e anche lui con l’accoppiata H-O. Mauro sta invece utilizzando la strategia classica: caffè + molo (wharf). Ma pur avendo 3 cave, produce pochissimo! Io ho puntato al caffè (come bene raffinato), ma ho diversificato la produzione e scelto l’Harbour (il porto). Beh il mio porticciolo all’inizio è visto un po’ con sospetto, tutti si domandano ma perché, visto che poteva non ha scelto il molo. Mah sinceramente data la varietà di beni e la scarsità di produzione,  mi è parso migliore per me scegliere l’Harbour. Mauro ringrazia e prende il molo, Luigi non ci pensa due volte e si accaparra l’altro molo. Francesco impreca, perchè i moli sono finiti. Tutti pazzi per i moli.

La chiave della partita è il momento in cui Francesco rispolvera la “Laddagata” e va dal mercante invece di imbarcare. Ergo la mano dopo imbarco io. Stoppo una nave con l’indigo, che produco solo io e luigi, in quel momento. Fra non brucia nessuna risorsa grazie allo squaqqueraus (small Wharehouse), ma i punti son pochini. Idem il giro successivo, Fra si ritrova di nuovo ad essere l’ultimo ad imbarcare e pochi pv da raccogliere. Si rifà la mano dopo, svuotando il magazzino e raccogliendo pv da solo. Mauro capisce che forse l’harbour non è male. Infatti io trovo sempre spazio sulle navi e il porto mi aggiunge almeno 3 punti a giro! Produco poco, ma raccolgo punti alla grande.

Ormai si è in chiusura e bisogna concentrarsi sulla costruzione dell’edificio da 10 con bonus. Mi accaparro la customs house con il bonus sui punti e riesco pure a tirar su la city hall ma senza attivarla, luigi ha il residence con il bonus sulle piantagioni, Fra con la fortezza raccoglie il bonus dai coloni, Mauro ha la guild hall ma non riesce ad attivarla.
Tirando le somme:

PV: D 28, F 23, M 19, L 17
Edifici: D18, M 18, L 17, F 16
Bonus: D,L,F 7, M 0
TOTALE: D 53, F 46, L 41, M 37

Analizzando velocemente i punti raccolti, si può dire che: negli edifici si è alla pari (forse per i cavaroli si poteva raccogliere qualche punto in più nei turni da Builder costruendo a zero spese… ce ne siamo accorti tardi o sbaglio?); insuccesso del molo per la raccolta punti, un porto con merci diversificate ed un buon magazzino hanno fatto meglio. Si doveva forse essere più aggressivi nella gestione dello stoccaggio delle merci sulle navi.
Last but not least… Viva el Governador!

Partita: D 53, F 46, L 41, M 37. Classifica: D 59, F&M 34, L 27

La revolution

marzo 3, 2009

sbu_089c1

Dopo una lunga pausa (tra frizzi e lazzi febbraio è saltato) ci si rincontra a Puerto Rico. Il salotto è quello pagano, ma si respira aria caraibica. Mauro è il dittatore indiscusso da tre mesi dei GdT. Ma c’è qualcosa nell’aere: soffia un vento nuovo… e speriamo che non sia quello che temiamo!

Al sorteggio parto per primo: buono auspicio. Copio spudoratamente la strategia Lattanzi. D’altronde l’unica volta che ho vinto è perchè ho clonato le mosse di Mauro. Il piano è semplice: con il mercato all’inizio sgranocchio un po’ di soldi per puntare ad una risorsa corposa (tabacco o caffè) ed acquisire il molo con nave privata.  E se ci scappa… ci metto pure il porto incamerapunti. Pare brutto dirlo ma il piano riesce perfettamente. Il problema è Luigi “il copione”: a sua volta, ha copiato ogni mia mossa e ci troviamo nelle stesse condizioni… anzi mi sembra che lui abbia raccolto più PV all’inizio. Pare assurdo ma pare in vantaggio la fotocopia della fotocopia. Cerco di ottimizzare almeno le ultime mani e rosicchiargli punto su punto. Andiamo alla conta e… colpo di scena!!

Mauro, indomito, grazie ad un’ultima  imbarcata miracolosa ha raccolto un botto di PV. Mi si gela il sangue. Se vince anche questa volta ci dobbiamo solo che ritirare! Mauro ha 50 punti, Francesco 46 e Luigi solo 45! Er sor Tucci, quello  che temevo di più, è ultimo! Conto i miei punti e… 52!! HO VINTO! Per 2 miserrimi punticini ho vinto! Devo ringraziare l’indole da palazzinaro che mi ha fatto guadagnare punti vitali. Il regno di Mauro è interrotto.

Ragazzi, c’è un nuovo sceriffo in città!  Ops! … un nuovo Governatore!

Daniele 52 (25+21+6) (pv+edifici+bonus)

Mauro 50 (30+13+7)

Francesco 46 (25+15+6)

Luigi 45 (20+21+4)

snake eyes

gennaio 27, 2009

Snake_Eyes_Dice_1_300

Convocati al motto “Coca-cola come se piovesse” ci raduniamo in quel di Tucci-Bernardoni. E’ un po’ vago il campo di gioco: qualche proposta nel pomeriggio, ma nessun accordo raggiunto. Con Mauro in lacrime è scartata ancora Attika, si converge su Puerto Rico. Qui torna il sorriso a Mauro. E’ lui infatti lui il Governatore indiscusso… ci sarà da penare, ma PR è sempre un gran giocone!

Dal lancio dei dadi per stabilire la sequenza intorno al tavolo si capisce come andrà la serata… vince Mauro (con un bel 12!! sic!), a seguire io, francesco e luigi. Non domi si richiede un secondo lancio dei dadi per stabilire chi inizia… da un primo lancio vanno in ballottaggio Mauro (e te pareva!) e Francesco. Al secondo scrutinio… Mauro spara un 9 e candidamente dice a Francesco “Tanto farai 11…” Beh, in certo senso, Francesco riesce nell’impresa con un bel 1+1… Snake Eyes! Gli occhi di serpente… la sfiga massima! Qui ci saremmo dovuti alzare, proclamare Mauro “Re Immortale ed Eterno” e uscire tutti. Fine della serata. Ma noi siamo rimasti lì, inchiodati al tavolo, a sfidare il Governatore e la sorte avversa.

In partenza Small Market per me e Mauro, Fra va per canne (da zucchero), Luigi si butta sulla pesca fortunata con l’Hacienda. Per i prodotti un po’ di granturco per tutti, Mauro e Francesco si dividono il tabacco. Io e Luigi il caffè. Io evito lo zucchero e, visto che pare un po’ snobbato dagli altri, punto sull’indigo.

In uno dei primi imbarchi Francesco commette un errore madornale. Lascia a Mauro una nave tutta per lui e per il suo maledetto tabacco. Fra ancora non lo produce. C’è una parziale giustificazione a questa mostruosa disattenzione. Francesco è distratto da un’asta su ebay: una Canon EOS 450D nuova fiammante a 320 €. Fino alla 22.00 si alza ogni 5 minuti a controllare. Alla fine vince pure l’asta! (Il giorno dopo scoprirà che l’account del banditore risulta rubato. L’asta è annullata).

Mauro e Luigi si cuccano il molo e la nave fantasma. E Francesco e Mauro hanno il Porto (+1 per ogni carico). L’unico che non produce punti sono io. In compenso inizio ad avere molto denaro… ma ormai non conta più quasi nulla. E’ una delle regole base di PR: sono importanti all’inizio i soldi, dopo i punti.

Sul filo di lana… si fa un grave errore. Si chiude senza completare il giro. Non ci ricordiamo bene e Mauro in buona fede ci convince della chiusura del gioco non appena si verificano le condizioni di fine gioco. Mauro inizia un nuovo giro e sceglie il capitano esaurendo i punti a disposizione. Fine. Peccato perché la partita tirata fino al finale avrebbe forse avuto un altro risultato: io e Fra si poteva ancora costruire e sicuramente attivare qualche edificio con bonus. Vabbè morale della favola… Mauro è di nuovo il campione.  Per rovesciare dal trono questo Governatore ci vuole una bella rivoluzione!

Mauro 37+15 =52 (punti+edifici. Niente bonus)

Daniele 27+18=45

Francesco 21+20=41

Luigi 23+12=35